In-corpo. Pratiche di studio sulla corporeità / Incontri mensili

Sabato 13 gennaio, 10:30/12:30

POSTI LIMITATI / necessaria la prenotazione

Contributo e iscrizione: 20 euro

info.centrosoma@gmail.com – 340 389 0 658

Un sabato al mese pratiche di studio sulla corporeità.
Studieremo attraverso i principi della danza e delle arti marziali, nell’intento di capire come vivere nella maniera più rispettosa possibile il corpo. Esploreremo il rapporto con la gravità, la coordinazione, la centratura e l’intenzionalità. Tutto questo nella proposta di un’economia del gesto volta a ridurre lo sforzo e a favorire l’armonia. Parte del lavoro sarà dedicato alla respirazione e ad alcune tecniche di rilassamento per favorire l’attenzione e la consapevolezza. Ci dedicheremo inoltre alla sperimentazione libera: i partecipanti saranno guidati attraverso sequenze di movimento ad esplorare la propria espressività, incontrando blocchi ed automatismi, come anche talenti e capacità, per una più intima relazione conoscitiva con sé.

Calendario
Sabato 13 Gennaio 10:30-12:30
Sabato 10 Febbraio 10:30-12:30
Sabato 10 Marzo 10:30-12:30
Sabato 21 Aprile 10:30-12:30
Sabato12 Maggio 10:30-12:30

Informazioni sui contenuti: patrizia.capitanio@gmail.com
www.patriziacapitanio.it

Patrizia Capitanio

Inizia la sua ricerca nel ’99 attraverso lo studio della danza classica e contemporanea, scoprendo da subito un forte interesse per le tecniche di improvvisazione, composizione istantanea e per le arti marziali applicate alla danza (contact improvisation/aikido).

Decisivo nel 2009 l’incontro con Paolo Nicolini (Il volo) studioso e ricercatore nel teatro danza e nelle discipline orientali, con cui nasce un’intensa e proficua collaborazione durata diversi anni, sia sull’improvvisazione che nello studio delle pratiche di hatha yoga, tai chi chuan, tecniche di eutonia, rilassamento e meditazione.

Dopo aver frequentato per diversi anni lo yoga Parinama con Bruno Baleotti e Paola Palmi, nel 2013 inizia la scuola per insegnanti di yoga Sadhana, di Carlos Fiel e Gualtiero Vannucci (Unione Europea di Yoga). Nello stesso anno incontra il Tai ki Kung con il maestro Ming Wong e inizia a praticare regolarmente con Alessandro Conte (Centro Naturista).

Nel 2014 l’incontro con la meditazione Vipassana a seguito di un ritiro con il monaco Bhante Sujiva, segna il punto di svolta che direziona nettamente la sua pratica di yoga verso la meditazione.

Nello stesso anno, spinta da questo interesse si iscrive alla formazione triennale per insegnanti di yoga condotta da Beatrice Benfenati (A.s.i.a.). Dal 2015 segue regolarmente gli insegnamenti del Maestro Franco Bertossa di yoga, meditazione e aikido che ispirano e si integrano il suo lavoro nel quale ricerca un dialogo proficuo tra le pratiche orientali e la nostra cultura.